Il sito sovramonteturismo ' (http://www.sovramonteturismo) utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
SITO IN COSTRUZIONE

Col de Mich, Valazza

Difficoltà tecnica   Impegnativo

Tempo in movimento  4 ore 18 minuti

Tempo  5 ore 5 minuti

Coordinate 2810
Salita al monte Vallazza m.2167, cima erbosa poco frequentata, che sovrasta l'altopiano sovramontino da cui si osserva un panorama a 360 gradi.Punti di appoggio bivacco Le Prese.Si parte da Col de Mich dove un segnavia CAI indica la direzione x bivacco Le Prese. Con pendenza...da non sottovalutare, costante fino alla cima.Fatica...tanta, addolcita dal panorama, dalle numerose "casere" o baite e dai prati ancora sfalciati!Appena sopra il bivacco Le Prese, si può notare una caratteristica "finestra" sulla parete rocciosa.Dai ruderi della ex malga Vallazza si deve abbandonare il sentiero CAI, per salire in libera traccia il costone prativo, senza particolari difficoltà alla cima. Ammirato l'imponente panorama si può scendere facilmente per traccia in cresta fino al passo del Pavione e da qui al Bivacco Monsampian. Ora si riprende il CAI 818 per l'esposto ma affascinante sentiero, che sopra le pareti rocciose del "Valon de Aune" ci riporta ai ruderi ex malga Vallazza. Ultima fatica, appena sopra il bivacco Le Prese, seguire le indicazioni "Naroen", croce e panorama.Per sentieri poi al punto di partenza.

Powered by Wikiloc

Stampa Email

Tappone dolomitico Feltre passo Croce d'Aune Sovramonte

Giro d'Italia sabato 1 giugno partenza da Feltre e arrivo al Passo Croce d'Aune Sovramonte
GIRO

Il giorno decisivo del Giro 2019, sabato 1 giugno, sarebbe quindi un tappone con partenza e arrivo a Feltre, in provincia di Belluno. Si tratterebbe di una frazione che ripercorrerebbe per gran parte il tracciato della Granfondo Sportful Dolomiti Race, anche se nella sua versione originale. Questa tappa del Giro dovrebbe quindi proporre la salita a Cima Campo (18 chilometri con pendenza media attorno al 6 per cento), l’ingresso in Trentino e l’approdo in Valsugana prima dell’ascesa a una delle salite divenute celebri negli ultimi anni, proprio grazie alla Sportful Dolomiti Race, il Passo Manghen (23 chilometri con pendenza media del 7 per cento e punte al 15, scollinamento a quota 2.047). Di qui, discesa verso Molina, in Val di Fiemme e risalita della valle fino a Predazzo dove comincia il Passo Rolle, salita di una ventina di chilometri con una pendenza media del 5 per cento. Dopo il Rolle, la discesa in Primiero fino a Ponte Oltra dove inizia la salita conclusiva, quella che porta al Croce d’Aune Sovramonte: 11 chilometri con pendenza media di poco superiore al 5 per cento e punte del 16 e arrivo arriverà davanti al monumento a Tullio Campagnolo (oppure a Le Laste, poco più in alto, per questioni logistiche). L’idea generale delle amministrazioni locali è quella di un progetto quadriennale dal 2019 al 2022, con il coinvolgimento di Feltrino, Valbelluna, Agordino e Cadore.

Escursionismo

E-MountainBike

logo parco bl

logo com sovramonte

logo pro sovramonte

dolomiti prealpi m

bacino 11 logo