Il sito sovramonteturismo ' (http://www.sovramonteturismo) utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
SITO IN COSTRUZIONE

Val Rosna – Schener – Antica Torre 

Escursione abbastanza facile, anche se va detto che è tutta in salita (almeno, nel senso in cui la proponiamo noi! Se la fate al contrario è tutta in discesa :-)) e presenta un breve tratto esposto sul torrente Cismon. Questo itinerario ricalca in parte la via di Schener che collegava Feltre al Primiero: in particolare, il tratto da Le Roe fino alla Bettola coincide verosimilmente proprio con l’antica via. Il punto di partenza è il bar Val Rosna, che si trova tra due gallerie giù sulla statale per Primiero. Una volta parcheggiato, prima di incamminarvi, non dimenticate di dare un’occhiata al sito archeologico (che se non vi avvicinate sembra solo un brutto parcheggio, purtroppo..) dove è stato ritrovato Adam, l’uomo sepolto 14.000 anni fa, che si trova sul lato opposto al bar al di là della statale. Visto questo, potete partire: dovete imboccare la vecchia strada che corre esternamente alla galleria verso Primiero e, una volta giunti a un piccolo capitello dedicato a S. Antonio, prendete lo sterrato in salita alla vostra destra. Dopo alcuni tornanti vi troverete di fronte a un gruppetto di ruderi: il piccolo borgo abbandonato di Le Roe. Superatelo e proseguite lungo il sentiero che da qui in poi si fa più stretto e presenta qualche punto esposto sul Cismon (comunque non pericoloso, ma forse impressionate per chi soffre di vertigini). Attraverserete il torrente Rosna e prestando attenzione potrete poco dopo notare le tracce del castello di Schener: passerebbero quasi inosservate, se non fosse per una tabella che ne spiega sinteticamente la storia. Da qui a poco uscirete dal bosco per incontrare alcuni nuclei abitati: Tuu, Bettola e infine Zorzoi. Da qui, per evitare il più possibile le strade asfaltate noi vi proponiamo di percorrere un sentiero che si diparte sulla sinistra subito dopo la Bettola, consentendovi di passare proprio sotto la chiesa di San Zenone senza entrare nel paese di Zorzoi. Poi, dopo un ulteriore breve tratto su strada asfaltata, in corrispondenza di un capitello sulla vostra sinistra potete imboccare una stradina che vi condurrà a Col dei Mich (attenzione però, una volta imboccata questa stradina, praticamente subito dovete girare a destra salendo sul sentierino che da qui si diparte) e poi facilmente all’Antica Torre.

Stampa Email

Tappone dolomitico Feltre passo Croce d'Aune Sovramonte

Giro d'Italia sabato 1 giugno partenza da Feltre e arrivo al Passo Croce d'Aune Sovramonte
GIRO

Il giorno decisivo del Giro 2019, sabato 1 giugno, sarebbe quindi un tappone con partenza e arrivo a Feltre, in provincia di Belluno. Si tratterebbe di una frazione che ripercorrerebbe per gran parte il tracciato della Granfondo Sportful Dolomiti Race, anche se nella sua versione originale. Questa tappa del Giro dovrebbe quindi proporre la salita a Cima Campo (18 chilometri con pendenza media attorno al 6 per cento), l’ingresso in Trentino e l’approdo in Valsugana prima dell’ascesa a una delle salite divenute celebri negli ultimi anni, proprio grazie alla Sportful Dolomiti Race, il Passo Manghen (23 chilometri con pendenza media del 7 per cento e punte al 15, scollinamento a quota 2.047). Di qui, discesa verso Molina, in Val di Fiemme e risalita della valle fino a Predazzo dove comincia il Passo Rolle, salita di una ventina di chilometri con una pendenza media del 5 per cento. Dopo il Rolle, la discesa in Primiero fino a Ponte Oltra dove inizia la salita conclusiva, quella che porta al Croce d’Aune Sovramonte: 11 chilometri con pendenza media di poco superiore al 5 per cento e punte del 16 e arrivo arriverà davanti al monumento a Tullio Campagnolo (oppure a Le Laste, poco più in alto, per questioni logistiche). L’idea generale delle amministrazioni locali è quella di un progetto quadriennale dal 2019 al 2022, con il coinvolgimento di Feltrino, Valbelluna, Agordino e Cadore.

Escursionismo

E-MountainBike

logo parco bl

logo com sovramonte

logo pro sovramonte

dolomiti prealpi m

bacino 11 logo